Confraternita di Misericordia di Anghiari

Chi siamo


La Misericordia di Anghiari Estratto dello statuto approvato dalla assemblea dei confratelli l’11 giugno 1972 con deliberazione n. 9, modificato dalla assemblea del 13 maggio 1984 con deliberazione n. 6, in conformità ai rilievi espressi dalla Regione Toscana con nota del 21 dicembre 1982.

Art. 1

Il titolo del Sodalizio è CONFRATERNITA DI MISERICORDIA.

E’ sodalizio di volontariato per attività di beneficenza, di intervento e di soccorso, nella ispirazione cristiana fondata sul messaggio del Vangelo e sull’insegnamento umano e caritativo della Chiesa.

Art. 2

La Fraternita è costituita agli effetti giuridici come associazione di confratelli secondo gli articoli 18 e 38 (comma 3°) della Costituzione della Repubblica Italiana con personalità giuridica pubblica ai sensi della legge 17.7.1890, n. 6972.

Per l’esercizio delle proprie attività religiose e di culto tiene i rapporti con le competenti attività ecclesiastiche.

Art. 5

La Fraternita fa parte di diritto della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia e dei Gruppi Donatori di Sangue Fratres avente sede in Firenze – P.zza S. Giovanni n. 1 – e giurisdizione su tutto il territorio nazionale, ne accetta gli statuti e ne costituisce la rappresentanza locale. Il Governatore della Fraternita rappresenta la Fraternita nella Confederazione Nazionale e nelle relative assemblee con diritto di elettorato attivo e passivo.

Ferma la autonomia giuridica, patrimoniale ed amministrativa della Fraternita, la partecipazione del sodalizio alla Confederazione Nazionale implica per tutti gli iscritti della Fraternita la spirituale appartenenza alla grande famiglia dei confratelli delle Misericordie italiane rappresentate dalla stessa Confederazione, nonché l’impiego di mobilitazione caritativa in caso di calamità generali.

Art. 15

I Fratelli “Ordinari”

Per essere iscritti alla Fraternita (come fratelli – o sorelle – ordinari) occorre essere di principi cristiani e di corretta vita morale.In casi particolari, potrà essere ammesso come socio la persona che, pur non appartenendo alla religione cattolica, aderisca alla ispirazione cristiana del sodalizio e si proponga di farne attestazione nell’esercizio delle opere caritative della Fraternita. I fratelli (e le sorelle) ordinari costituiscono il corpo funzionale della Fraternita; si impegnano in quanto è nelle loro possibilità all’esercizio di una o più opere caritative svolte dalla Fraternita; godono di tutti i diritti sociali e partecipano alle assemblee con diritto di elezione attiva e passiva. In seno alla categoria dei fratelli (e sorelle) ordinari sono costituiti il “Gruppo dei Fratelli Attivi”, il “Gruppo delle Sorelle Attive” e il “Gruppo Giovanile” secondo le precisazioni di cui ai successivi articoli.

Art. 17

Il Gruppo dei Fratelli Attivi

Il Gruppo dei Fratelli attivi è costituito fra gli iscritti oltre il 15° anno di età che spontaneamente si assumono di svolgere servizio caritativo attivo a loro scelta nell’una o nell’altra delle opere di assistenza e di soccorso proprie della Fraternita. Il Gruppo dei Fratelli attivi elegge ogni quadriennio un Capogruppo che dirige e vigila lo svolgimento delle prestazioni del Gruppo, secondo le disposizioni generali del Magistrato e riferisce al Magistrato.

Il Capogruppo fa parte come membro di diritto del Magistrato.

Art. 18

Il Gruppo delle Sorelle Attive

Il Gruppo delle Sorelle attive è costituito fra le iscritte che spontaneamente si assumono di dare la loro attiva collaborazione alle branche caritative di assistenza o di soccorso della Fraternita più consone al carattere femminile.

Per l’esercizio di tali branche di carità il Gruppo può tenere una propria gestione amministrativa, della quale viene data relazione al Magistrato della Fraternita. Il Gruppo delle Sorelle attive elegge ogni quadriennio la Capogruppo, la quale dirige e vigila lo svolgimento delle prestazioni del Gruppo secondo le disposizioni generali del Magistrato.

La Capogruppo fa parte come membro di diritto del Magistrato e rappresenta il Gruppo del Movimento Femminile della Confederazione Nazionale del quale il Gruppo forma di diritto la sezione locale.

Art. 19

Il Gruppo Giovanile

I fratelli e le sorelle del ruolo “ordinari” fra i 16 e i 24 anni compiuti costituiscono il “Gruppo Giovanile”.Il Gruppo fa parte del Movimento Giovanile costituito presso la Confederazione Nazionale.

Gli appartenenti al “Gruppo Giovanile” svolgono le attività caritative generali della Fraternita in collaborazione con gli altri confratelli e consorelle. Il Gruppo potrà prendere iniziative specifiche in accordo con il Magistrato.

Ogni quadriennio l’adunanza dei fratelli del Gruppo Giovanile nomina un Capogruppo. Il Capogruppo fa parte di diritto del Magistrato e rappresenta il Gruppo nel Movimento Giovanile Confederale.

Art. 20

Il Gruppo dei Piccoli Fratelli

I “Piccoli Fratelli” sono gli iscritti fra i 10 e i 15 anni. Essi parteciperanno alle opere ed ai servizi in relazione alle loro possibilità, curando particolarmente la propria formazione spirituale sotto la guida dell’Assistente Spirituale (“Correttore”). Sono diretti dal “Maestro dei Piccoli Fratelli” nominato dal Magistrato. Al termine del 15° anno di età essi passano di diritto al Gruppo Giovanile.

Art. 27

Organi della Fraternita

Sono organi della Fraternita:

  • il Magistrato;
  • il Governatore
  • il Collegio Probivirale dei Custodi delle Costituzioni;
  • il Collegio dei Sindaci Revisori;
  • l’Assemblea.

* * *

Gli Organi Collegiali sono attualmente così composti:

MAGISTRATO

GOVERNATORE: Massimo Redenti
CORRETTORE, ASSISTENTE SPIRITUALE: Don Marco Salvi
VICE-GOVERNATORE: Michele Ruggeri
PROVVEDITORE: Giampaolo Gattari
CONSIGLIERI: Enrico Camaiti, Ivana Pacini, Silvia Del Pia, Michele Ricci, Stefania Graziotti, Laura Mencarini, Graziano Zanchi
RAPPRESENTANTE DEI DONATORI DI SANGUE FRATRES: Carlo Leonardi

COLLEGIO PROBIVIRALE DEI CUSTODI DELLE COSTITUZIONI

MEMBRI: Mario Del Pia, Francesco Testerini, Gastone Mafucci, Sergio Montagnoli, Benito Raffaelli.

COLLEGIO DEI SINDACI REVISORI

MEMBRI: Liborio Lamagna, Giuseppe Ricceri, Mauro Capacci, Laura Molfese, Fabrizio Scartoni.

ASSEMBLEA DEI SOCI

I VOLONTARI

Bigioli Umberto, Bini Massimo, Boncompagni Silvano, Bragagni Marco, Bruschi Costanza, Bruttini Emanuela, Burioni Sisto Leandro, Cambi Ruggero, Cangi Irene, Cangi Laura, Casacci Alessandro, Cenciarelli Cristian, Cesari Sara, Cesari Valentina, Cheli Riccardo, Comanducci Nevio, Comparini Marta, Del Pia Grazia, Del Pia Silvia, Draghi Assuero, Falsetti Pia, Finocchi Francesca, Gabrielli Fabrizio, Gattaponi Mario, Gattari Giampaolo, Giorni Luigino, Giuliattini Laura, Gorbi Giuliano, Lanzi Stefano, Luca Virvara, Manenti Andrea, Melani Paolo, Mencarini Laura, Meozzi Quinto, Mercatelli Gessica, Merendelli Fiorella, Morelli Fabrizio, Nicchi Bruno, Nicchi Leonardo, Pagliaroli Costantino, Pallini Carlo, Paterni Silvano, Piomboni Orlando, Poderini Leonella, Polizzi Giuseppe, Pompeo Chiara, Puleri Maurizio, Ricci Michele, Ridolfi Rita, Rondoni Marco, Rossi Agostino, Ruggeri Andrea, Senesi Loris, Sirianni Rebecca, Tortori Amedeo, Tramontani Serena, Tranchini Antonio, Valbonetti Gian Piero, Vellati Fabiano, Venturini Giuliano, Veri Franca, Zanchi Camilla, Zanelli Pamela.

I SOCI

Gli iscritti alla Confraternita di Misericordia, alla data del 31/12/2014, sono 1.411.


In breve...

Se vuoi destinare il 5 ‰ alla Misericordia di Anghiari indica nell'apposito spazio della tua dichiarazione dei redditi il codice fiscale 82000890515.


E' in itinere un progetto, nato all'interno della Confraternita di Misericordia di Anghiari col patrocinio dell'Amministrazione Comunale, che punta a dotare il nostro territorio di alcuni defibrillatori semi-automatici (D.A.E.) e, soprattutto, di istruire al loro utilizzo quante più persone possibile; la finalità è quella di salvare la vita a donne e uomini colpiti da arresto cardiaco.

Ogni realtà territoriale (centro, frazioni, strutture sportive) è invitata a dotarsi autonomamente del defibrillatore (del costo complessivo di circa 1.600,00 euro) e far partecipare al corso di abilitazione dell'uso del D.A.E. il maggior numero di volontari.

Il corso, della durata di quattro ore, è gratuito, ed il personale della Misericordia è disponibile anche per ulteriori contatti di approfondimento o ripetizione che si ritenessero opportuni in futuro.

I parrocchiani di Micciano in collaborazione con la società sportiva, per primi in tutto il territorio comunale, si sono già dotati di due defibrillatori; hanno inoltre partecipato al corso di funzionamento del DAE con quasi quaranta volontari, i quali, divisi in due gruppi ben distinti, hanno conseguito con successo il diploma abilitativo.

L'esempio che "insieme si può", ha ancora una volta centrato il bersaglio.


Fare volontariato alla Misericordia di Anghiari non significa soltanto intervenire in emergenza con i mezzi di soccorso.

Si può essere volontari anche aiutando in amministrazione, facendo i turni per tenere aperto il nostro museo storico, accompagnando una persona anziana a fare una fisioterapia o una visita di controllo, facendo le pulizie e tante altre cose ancora.

Donaci un po' del tuo tempo. Lo spenderemo bene.